in How To

How To: Linux – Come gestire il messaggio You have new mail in /var/mail/root

Appena si accede con una shell in un server Linux con un utente vengono mostrate una serie di informazioni riguardanti il sistema

Welcome to Ubuntu 16.04.6 LTS (GNU/Linux 4.4.0-151-generic x86_64)

 * Documentation:  https://help.ubuntu.com
 * Management:     https://landscape.canonical.com
 * Support:        https://ubuntu.com/advantage

196 packages can be updated.
116 updates are security updates.

New release '18.04.4 LTS' available.
Run 'do-release-upgrade' to upgrade to it.


Last login: Mon May 18 17:17:55 2020 from 93.148.196.139

Tra queste potrebbe essere presente anche il messaggio

You have new mail in /var/mail/root

messaggio che potrebbe essere mostrato anche durante l’esecuzione di un qualsiasi comando dalla shell bash.

root@server:/opt# ./reload.sh
You have new mail in /var/mail/root
root@server:/opt# ls

Ma chi a inviato questa e-mail e come è possibile visualizzarla?

Questo genere di e-mail potrebbe arrivare dal sistema Linux per comunicare l’esito di qualche attività, come ad esempio una azione pianificata oppure per segnale un problema nel sistema.

Le e-mail sono contenute in un’area di spool all’interno del sistema. Il contenuto dell’area di spool è visibile utilizzando il comando

less /var/spool/mail/root

o se preferite esiste un comando specifico per la gestione delle e-mail che è

mail

Non abbiate timore se la prima volta che si cerca di accedere ai messaggi troverete un elenco enorme di comunicazioni!

L’utilizzo del comando mail richiede la conoscenza dei comandi per visualizzare, eliminare o archiviare i messaggi.

Se invece si preferisse leggere velocemente il contenuto della casella e-mail meglio utilizzare il comando less e andare in fondo al file per leggere il messaggio più recente.

In entrambi i casi si può scorrere l’elenco dei messaggi e verificare lo stato del sistema.

Nel mio caso il messaggio era questo

server : May 18 19:01:12 : root : unable to resolve host server

Nel caso fosse capitato anche a voi di avere lo stesso messaggio di errore la soluzione è disponibile su questo link.

Share

Scrivi un commento

Commento